FAQ – Aprire Società Estera

Aprire-Società-Estera

Da molti anni l’Europa e` stata sommersa da una crisi economica importante, che ha devastata moltissime persone. Sono proprio gli stati balcanici, che un tempo rappresentavano il sistema comunista e poco sviluppato, che stanno salvando moltissime persona da una morte economica sicura.

Non sola la Slovenia, il piu` vicino paese paese all’Europa occidentale, ma anche altri stati come la Croazia, Serbia, Montenegro e Albania stanno crescendo economicamente e stanno diventando degli incroci economici molti importanti. Molti cittadini degli stati europei stanno decidendo di lasciare difinitavemnte i propri stati d’origine per andare a vivere o aprire un’attivita` nei paese balcanici.

I fattori principali per la fuga degli europei e` il basso costo della vita, burocrazia semplice, tasse minori e uno di standard di vita lelevato.

  • Come ottenere una partita Iva in Slovenia?

    La Slovenia come membro dell’Unione europea ha dovuto adattarsi a delle regole ben precise anche riguardo il sistema tributario. Dopo aver introdotto un sistema di tassazione stabile ed efficiente, lo stato sloveno ha introdotto una partita IVA in linea con le direttive e i regolamenti imposti dall’ Europa.

    Ci sono due modi per ottenere la partita IVA, cioe` entrare nel VIES:Il primo modo per ricevere la partita IVA è fare domanda di registrazione all’Ufficio delle Entrate e richiedere l’adesione per diventare un soggetto avente la partita IVA in Slovenia. Vengono utilizzati i modelli DDV-P2 e DDV-P3, ai quali vengono allegati i contratti di collaborazione con i vari clienti della società o delle fatture. In questo modo si garantisce e certifica che nei prossimi dodici mesi il fatturato risulterà superiore ai 50.000,00 euro.Il secondo modo è invece automatico. Infatti, facendo un fatturato che superi i 50.000,00 euro in dodici mesi si diventa automaticamente un soggetto che possiede la propria partita IVA in Slovenia.
  • Perche gli Italiani costituiscono o comprano societa all’estero?

    VELOCITA ‘
    Diventa proprietario di una società in sole 24 ore! In Italia, avete bisogno di diversi mesi per avviare un’attività in proprio. Procedure lunghe e complicate che ostacolano l’imprenditorialità. Ci sono lunghi processi burocratici, tasse alte e la gestione della contabilità molto difficili, perciò anche molto costosi. Con l’apertura di una società in Slovenia o in un altro pease, dove la contabilità è più facile, si spenderanno anche meno soldi da questo punto di vista.
    TASSAZIONE MINORE
    Le tasse sono molto più basse in Slovenia, Croazia, Serbia, Montenegro e Albania. In Italia, anche le piccole imprese, che hanno un reddito relativamente basso, devono fare i conti con una tassa superiore al 80% dell’utile netto. Al contrario, le tasse in Slovenia non superano il 19%. Le ditte individuali invece hanno una tassa di soli 4%. La tassa sul reddito a Montenegro è pari a 9%. E ‘anche necessario sottolineare che in Slovenia non si paga l’INPS (Istituto Nazionale per la sicurezza sociale) e il contributo allo studio del settore fiscale, che è obbligatoria in Italia.
    VICINANZA
    La Slovenia confina con l’Italia a ovest. Da Trieste a Lubiana avete bisogno di un ora, ma se si desidera costituire una società ancora più vicino, ci si può fermare a Capodistria, che dista solo 15 minuti. Anche la Croazia si trova a mezz’ora da Koper.
    CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA
    Grazie alla vicinanza tra la Slovenia e l’Italia, molte persone parlano l’italiano. L’italiano è molto diffuso nel sud della Slovenia, dove è anche una delle lingue ufficiali. Per quanto riguarda invece gli altri paesi, abbiamo referenti che parlano italiano.
    QUAL E` LA PROCEDURA?
    Al ricevimento della richiesta, ti contatteremo il prima possibile. Il processo di costituzione della società, verrà avviato lo stesso giorno o il giorno lavorativo successivo. Dato che siamo noi a preparare tutta la documentazione necessaria, il vostro lavoro può essere suddiviso in tre fasi:fornitura di informazioni accurate sul nuovo proprietario e il direttore della società, attività, contabilità …
    la vostra presenza dal notaio, che trascrive la società
    l’apertura di un conto corrente bancario
  • Perche` scegliere di aprire una partita IVA in Slovenia?
    Aprendo il numero di partita IVA, viene svolto solo un passaggio del procedimento di costituzione di una società in Slovenia. Chi ha intenzione di aprire un attività in Slovenia, grazie ad una burocrazia semplice, veloce ed efficiente e grazie all’aiuto e la consulenza di SOCIETAINSLOVENIA.com, potete aprire una società in Slovenia in meno di 24 ore.
    La Slovenia è uno stato con un ottimo terreno per far fiorire i vostri investimenti. Presenta un’economia solida, un sistema tributario basato su efficienti e solidi pilastri, una manodopera a basso costo e specializzata, una burocrazia veloce e non problematica, inoltre la Slovenia si trova in un incrocio commerciale di grande importanza, dato che segna il confine tra l’Europa orientale e quella occidentale. Questo è il momento perfetto per investire in Slovenia.
  • Cosa vi serve per aprire una società in Slovenia?
    Per aprire una SRL in Slovenia, avete bisogno solo di un documento d’identità per le persone fisiche e la visura camerale per le persone giuridiche. Inoltre, dovete fornirci anche la denominazione della società, la sede legale (SOCIETAINSLOVENIA.com offre anche il servizio dell’ufficio virtuale), l’attività primaria e le attività secondarie, in aggiunta se avete intenzione di avere dei soci, avete l’obbligo di fornire le informazioni dei vostri soci e delle loro quote.
    Inoltre, subito dopo la costituzione della società in Slovenia, se volete essere soggetti giuridici con partita IVA, dovete fornire all’Ufficio delle Entrate anche i contratti di collaborazione o le fatture con i clienti, dato che dovete certificare e dar garanzia che avrete un fatturato di 50.000,00 euro nei prossimi dodici mesi a partire dalla sua costituzione.
  • Cos’è una società ready-made?
    Oltre a costituire una società SRL nuova potete optare per l’acquisto di una società ready-made, cioè precostituita e già inserita nel sistema VIES. Quest’opzione è ideale per chi non ha molto tempo e se volete immediatamente essere proprietari di una società in Slovenia. Le società ready-made sono costituite in passato per il solo scopo di essere rivenduta. Una società che non ha mai operato e del tutto sicura, senza avere debiti e obblighi onorari aperti. Questo tipo di società è già un soggetto giuridico con partita IVA, perciò non serve aspettare che l’Ufficio delle entrate confermi la richiesta.
  • Perché` la Slovenia è un ottimo stato per gli investimenti?
    Anche se la Slovenia è uno stato piccolo con soli due milioni di abitanti, può rappresentare un terreno fertile e favorevole per espandersi verso i mercati orientali e favorire il processo di internalizzazione della vostra attività. Un ultimo vantaggio da menzionare è il frequente bilinguismo di questo territorio. Esistono scuole con madrelingue italiana e lungo la costa slovena la lingua ufficiale è anche l’italiano, che è un diritto tutelato persino dalla Costituzione slovena.
    Aprendo una società in Slovenia, aprirete anche un mare di possibilità commerciali. SOCIETAINSLOVENIA.com, il leader in questo settore, vi accompagnerà durante tutte le fasi di costituzione, offrendo anche altri servizi come una contabilità specializzata, ufficio virtuale e tanti altri servizi che ci richiederete, perché` siamo sempre a disposizione del cliente e pronti ad aiutarlo.
  • Quali sono le tipologie di società per aprire in Slovenia?
    Le tipologie di società: la SRL (d.o.o.)
    Aprendo un’azienda in Slovenia e vivendo nello stesso tempo in Italia, vi faciliterà la vita. Potrete aprire un’attività in Slovenia utilizzando gli stessi tipi di società che vi ritrovate in Italia. Esiste la società a responsabilità limitata, la ditta individuale, società per azioni e la società a responsabilità illimitata.La forma più˙ utilizzata è decisamente la SRL. Per aprire un’azienda in Slovenia nella forma di SRL servirà un capitale sociale minimo di 7500 euro, che potrete prelevarlo subito dopo la sua costituzione. I soci di una SRL (in sloveno d.o.o.) sono sia persone fisiche sia persone giuridiche. Ogni socio deve versare al minimo 50 euro.Gli italiani che non comprendono la lingua slovena davanti al notaio, per la stesura dell’atto notarile avranno bisogno di un interprete legale e di due testimoni, che testimoniano la presenza del socio (certamente noi procuriamo sia l’interprete legale sia i testimoni, che verificano la vostra identità). Se invece la SRL ha solo un socio l’atto notarile non serve. Il Tribunale impiega circa due settimane per registrare la vostra nuova società`.La ditta individuale (s.p.)Una persona fisica può anche optare di aprire una ditta individuale in Slovenia. Un italiano dovrà avere anche la residenza in Slovenia, che è inclusa anche questa nei nostri servizi che offriamo. Fino ad un fatturato di 50.000,00 euro, l’imprenditore individuale potrà optare per un regime forfettario che è tassato solo il 4%.
  • Quali sono i motivi per aprire una società in Slovenia?
    I motivi basilari per aprire un’azienda in Slovenia: la Slovenia è uno stato membro dell’Unione Europea, costituire una società in Slovenia è veloce e a basso costo, la reperibilità di materie prime è facile, la manodopera è a basso costo, il sistema fiscale è più mite, la posizione strategica del suo territorio è ideale, la burocrazia è veloce e chiara, la vicinanza all’Italia è minima, la conoscenza di lingua italiana è frequente, la situazione economica e politica è stabile, avere dipendenti costa di meno…tutto questo rimanendo a vivere nella madre patria, l’Italia.
    Invece di incentivare il lavoro, gli imprenditori e il commercio, lo stato italiano ruba, aumenta le imposte e le tasse e non lascia creare guadagno. L’Italia è diventata l’ombra del grande Impero che era una volta. Non lasciatevi distruggere da questa situazione, cercate di vedere oltre e raggiungere nuove possibilità`. Aprire un’azienda in Slovenia può essere una delle soluzioni per scappare dal governo italiano, ma comunque rimanere a casa in Italia. Investire in Slovenia può cambiarvi la vita.
  • Quali sono le tasse in Slovenia per una societa` SRL?
    Quando è stato calcolato l’utile di esercizio, è possibile detrarre dall’importo imponibile, all’interno di determinati limiti, le quote investite per: strumenti di ricerca/sviluppo per cui è prevista ammortizzazione, incremento del numero di posizioni lavorative, diminuzione dell’inquinamento, e così via. Nel caso di società di capitali, la tassazione degli utili prevede il 19% di aliquota fissa. Gli introiti da capitale, e di conseguenza anche i dividendi prelevati dai soci (persone fisiche residenti nello stato Sloveno) vengono assoggettati ad una tassazione pari al 25% a titolo d’imposta.
    Nel caso di ciascun socio residente nello stato italiano, ci si attiene all’articolo 10 della legge n.76 (29/05/09), ovvero all’accordo che la Repubblica Italiana ha stipulato con quella Slovena al fine di non incorrere in una duplice tassazione per quanto riguarda le imposte su introito e patrimonio.Qualora il titolare della persona giuridica slovena corrisponda ad una società della Svizzera, la tassazione dei dividendi avverrà solo in Svizzera, secondo l’articolo 10 comma 3, ossia l’accordo tra stato svizzero e sloveno. L’IVA (che in Slovenia si indica come DDV) corrisponde al 22%, mentre l’aliquota ridotta al 9,5%, infine i servizi finanziari dovranno applicare l’aliquota del 6,5%. Lo stato provvede a rimborsare L’IVA a credito entro 20 giorni.
  • Quali sono le tasse in Slovenia per una ditta individuale?
    La ditta individuale in Slovenia ha una tassa sul reddito del solo 4% fino a 150.000 EUR se si adotta un regime forfettario. Se si supera i 150.000 EUR si entra automaticamente in un regime non forfettario e la tassazione sale a scaglioni.
    I contributi minimi che ricadono sulla ditta individuale variano dai 235 ai 350 EUR. I contributi si calcolano in base al fatturato.
  • Com’è l’imposta IRPEF in Slovenia?
    L’imposta (IRPEF) viene calcolata sugli introiti delle persone fisiche in conformità alle fasce della tabella seguente: 16% per redditi minori o uguali a 8.000 euro all’anno, 27% per redditi minori o uguali a 19.000 euro, 41% per redditi minori o uguali a 71.000 euro e 50% per redditi superiori ai 71.000 euro. Il calcolo dell’imposta avviene dopo aver applicato al reddito lordo le detrazioni, come ad esempio quella generale di 3.300 euro che riguarda tutti, la detrazione di 2.500 euro applicata per ogni figlio a carico, la detrazione intorno a 8.400 euro per ciascun disabile a carico e così via. I beneficiari di tali detrazioni sono esclusivamente i lavoratori che risiedono nello stato sloveno.
  • Qual’e` il regime per i dipendenti?
    Aprire un’attività in Slovenia vi farà risparmiare anche dal punto di vista dei dipendenti. Il guadagno di un operaio normale, al netto, si aggira attorno ai 700 euro al mese per 12 mesi a cui si aggiunge il rimborso per le ferie, cadente nel mese di giugno e più o meno pari a 780 euro annuali. TFR e tredicesima sono inesistenti in Slovenia. Sullo stipendio al lordo, il lavoratore deve versare un contributo del 22,10%, mentre la quota dovuta dal datore di lavoro è il 16,10%.
    I dipendenti che prestano servizio per oltre 4 ore, hanno diritto ad una sosta retribuita di 30 minuti per pranzare. Ciascun operaio full-time (40 ore a settimana – 2 ore e mezza di sosta per pranzare) rappresenta per la ditta più o meno 14.000 euro annuali di costo totale.
  • Perché` aprire una società all’estero?
    Vi chiederete perché` sia una buona idea costituire una società fuori dall’Italia? Ci sono una miriade di vantaggi che scoprirete aprendo un’attività all’estero, sia se vorrete tutelare i vostri immobili, sia se gestirete le vostre nuove attività commerciali ed imprenditoriali, sia se l’unico motivo è quello di pagare meno tasse o sfruttare le condizioni più ottimali degli altri paesi vicini. Aprire un’attività all’estero è un procedimento delicato e importante, che bisogna seguirlo passo per passo tenendo in considerazione tutte le regole che circondano questo istituto.
    La cosa migliore da fare è trovare un consulente professionale del luogo, che sappia sia la normativa del suo paese e quella italiana, sia il diritto societario internazionale. Una consulenza professionale pone sicurezza e migliori opportunità in questo campo.Lo stato italiano è stato colpito già da alcuni anni da una grande crisi economica, accompagnata da una perdita d’identità e di certezza anche nel campo della burocrazia e della legislazione. Sono moltissimi gli italiani che cercano soluzioni nuove ed alternative per scampare da questa cerchio incantato dal quale è impossibile uscire. Una delle soluzioni più frequenti è uscire dall’Italia, aprendo una società all’estero, spostando così la sede dei propri affari in un paese dove la tassazione e la burocrazia è più ottimale ed efficiente.
  • Quale e` il costo della vita in Slovenia?
    Il costo della vita in Slovenia è di certo minore. I generi alimentari sono di lunga più accessibili e di grande qualità`. Una prova di questo sono le lunghe file di italiani che si vedono nei centri commerciali e le tavole piene nei ristoranti durante il fine settimana. Per fare degli esempi, una baguette francese costa 0,29 euro, un litro di latte parzialmente scremato da 0,59 euro, una dozzina di uova 1,10 euro, 1,5 litro d’acqua a 0,19 euro, olio extravergine d’oliva 3,5 euro… Grazie a dei prezzi bassi degli alimentari di prima necessita`, si può mantenere uno stile superiore spendendo poco.
  • Perché trasferirsi in Slovenia?
    Uno dei motivi principali per il quale sempre più italiani decidono di trasferirsi nella bellissima e vicinissima Slovenia sono sicuramente i costi che si ritrovano, che sono molto più bassi che da noi. A causa della minor densità della popolazione, burocrazia veloce e non complicata, infrastrutture all’avanguardia, tasse basse e per ultimo ma di certo non meno importante il minor costo della vita in Slovenia, sono tutti fattori che spingono i cittadini italiani a trasferire la sede personale e la loro fonte di guadagno dall’Italia. Negli ultimi anni il numero di cittadinanze che sono state rilasciate agli italiani è aumentano di molto. Non serve chiedersi la ragione di questo cambiamento e di questo esodo italiane.
  • Quale stato scegliere per avviare la vostra attività`?
    Il primo passo da concretizzare è contattare un esperto del settore, per venire a conoscenza dei costi reali e delle obbligazioni fiscale e burocratiche dei paesi ai quali siete interessati. Dovete avere un progetto buono e ben definito che tenga conto di alcuni fattori importanti, come per esempio i valori economici e commerciali del vostro progetto. In base alle vostre esigenze saremmo in grado di trovare il paese adatto per la vostra attività`. Le esigenze commerciali cambiano da paese a paese, perciò dovrete prepararvi bene su cosa volete commercializzare.
    Il resto dei passaggi invece sono tutti nelle mani del vostro esperto che avete scelto. Dovrete dare solo una carta d’identità o un passaporto, tessera sanitaria (codice fiscale) e la vostra presenza per un giorno in quel determinato paese a scelta: e il gioco è fatto.
  • In quali paesi apriamo società`?
    I paesi che per gli italiani rappresentano il mio terreno per costituire o comprare società sono vicine, infatti non serve andare dall’altra parte del mondo per assicurarvi una tassazione migliore e una burocrazia veloce. Vi raccomandiamo di aprire una società all’estero nei seguenti paesi: Slovenia, Croazia, Serbia, Kosovo e Albania. Dipende inoltre dalle vostre attività ed esigenze commerciali, perciò offriamo dei servizi completi anche per altri paesi.
  • Perché` aprire una società in Bulgaria?
    I motivi per i quali costituire una nuova società in questo paese sono i seguenti: tassazione bassa, burocrazia facile e veloce, manodopera e costo della vita a basso costo e posizione territoriale strategica. La tassazione sull’utile ordinario in Bulgaria è del solo 15% senza alcun aumento in base al volume d’affari. Chi ha intenzione di aprire un’attività in Albania deve tener conto che nel prossimo futuro lo stato sara7 inserito nell’Unione Europea. L’ IVA generale è del 20%. A causa di un’ottima istruzione presente nello stato, la forza lavoro è molto qualificata. Il salario medio lordo ammonta a 403 euro, mentre il salario minimo è di 350 euro.
  • Perché aprire una società in Croazia?

    Le dimensioni dello stato croato sono ridotte rispetto all’Italia, però questo paese è caratterizzato da un territorio molto articolato, che lo rendono ottimale per costituire delle società. Inoltre, parte della Croazia era sotto l’Italia, perciò nella maggior parte del territorio si parla anche la lingua italiana. La tassazione sugli utili va dal 12% fino al 18%. All’IVA (in croato PDV) viene applicata un’aliquota ordinaria del 25%, del 10% in ambito turistico, ristorativo, ricettivo, e del 5% su alcuni beni. I vantaggi che potete usufruire quando decidete di aprire una società in Croazia sono numerosi e molto efficaci per un imprenditore straniero. Queste agevolazioni permettono di diminuire le imposte a fronte di investimenti ed assunzioni di personale.
  • Perche` aprire una societa` in Serbia?
    La Serbia ha una posizione strategica molto importante e rappresenta sicuramente il cuore dei Balcani. La Serbia e` il crocevia del trasporto merci dall’Europa orientale e dall’Asia, verso i Paesi dell’Europa settentrionale ed occidentale, ma anche viceversa.
    E’ importante ricordare che la Serbia non fa parte dell’Unione Europea; tuttavia, sono numerosi gli accordi stipulati tra l’ex repubblica jugoslava e l’Unione Europea (ad es. l’accordo di libero scambio), nonchè quelli con i singoli Paesi, anche non facenti parte dell’Unione, tra cui si segnalano gli accordi con Turchia e Russia, i quali prevedono, in entrambi i casi, l’abolizione dei dazi doganali.In Serbia la burocrazia è snella e veloce, i costi del lavoro sono bassi e la pressione fiscale relativamente bassa, soprattutto se paragonata a quella dell’Italia e degli altri Paesi dell’Unione Europea.Aprire una società in Serbia è davvero semplice. A differenza di altri Paesi emergenti, in Serbia anche i cittadini e le società straniere possono aprire una società serba. Non è necessario che parte del capitale sia serbo, così come non è richiesta la presenza di soci o amministratori serbi. In pratica, secondo il diritto societario serbo non vi è alcuna differenza tra cittadini serbi e cittadini stranieri.
  • Perche aprire una Societa` a Montenegro?
    Il Montenegro non fa parte dell’Unione Europea percio` non vengono applicate le normatice europee, pero` presenta la moneta EURO. L’imposta sul reddito delle società, riguarda sia i soggetti giuridici residenti in Montenegro che quelli con residenza all’estero ed è stata fissata in modo proporzionale ed unica al tasso del 9%. Inoltre questa normativa ha stabilito che le perdite (delle aziende a fine anno) potranno essere riportate a nuovo fino ad un massimo di 5 anni successivi all’avvenuta delle stesse. La burocrozia e` semplicissima e veloccisima, inoltre il Montenegro e7 molto piu` flessibile per quanto riguarda i contanti.
  • Perche aprire una societa` in Albania?
    L’Albania ha legami molto profondi con l’Italia e con il resto dell’Europa grazie proprio alla sua enorme vicinanza al continente europeo.
    Gli Albanesi, almeno i più istruiti, parlano italiano o l’inglese e possono lavorare anche come segretari, venditori o assistenti. Inoltre anche se non è ancora membro dell’Unione Europea si può entrare nel paese con la semplice carta d’identità e ci si può trattenere per 3 mesi senza alcun visto.Tutte queste condizioni rendono l’Albania molto attraente per un europeo. Non sono molti i paesi che offrono questi vantaggi.Ma probabilmente il motivo più interessante in assoluto per investire in Albania e creare un’impresa è che il costo dei salari e delle commodity è estremamente basso rispetto a quasi tutti i paesi europei (inclusi i paesi dell’Est). Tirana è una delle capitali più economiche d’Europa.Il vantaggio competitivo offerto da costi così bassi, una vicinanza all’Europa così elevata e una tassazione ridotta sono enormi se presi nel loro complesso.
  • Quali sono i costi di vita in Albania?
    L’albania si affaccia all’Italia e tramite il traghetta da Bari si arriva in qualche ora. Da sempre considerato paese povero, ora si sta modernizzando e innovando i suoi servizi. I prezzi sono rimasti quelli di una volta, mentre la qualità della vita è aumentata. Il costo della vita e` sicuramente piu` basso rispetto al resto dell’Europa, pero` offre tantissimo e moltissimi europei hanno deciso di trasferirsi in questo paese. Se si considera, ad esempio, che in Italia uno stipendio medio è di 1.300 euro al mese, mentre in Albania è di circa 250 euro, si capisce come anche con una pensione minima si riesca a fare davvero tanto. I pensionati albanesi, se hanno casa di proprietà, riescono a vivere benissimo con 100 euro al mese. Per fare degli esempi, un affitto di un appartamento in Albania e` di circa 200 EUR, la media per un pranzo o cena in un ristorante e` di 7 EUR, un birra grande e` 1,5 EUR in vece u nora di Taxi equiavale a 15 EUR.
  • Quali sono i costi di vita in Croazia?
    La Croazia e` l’utimo paese che e` stato inserito nell’Unione Europea. I costo della vita` e` una dei piu` assi presenti in Europa. Si tratta infatti di un paese economico dove è possibile affittare un appartamento al costo più basso di un suo corrispettivo italiano. Anche i generi alimentari hanno un prezzo più contenuto di circa il 10 % rispetto a quanto si riscontra abitualmente in Italia. In generale il costo mensile per vivere bene in Croazia si aggira tra i 700 e i mille euro. Tutto dipende dalla zona scelta e dal tipo di sistemazione che si preferisce. Questa cifra copre anche le spese per il cibo, i servizi, i trasporti, lasciando anche qualche extra per i divertimenti, numerosi e davvero convenienti.
  • Quali sono i costi di vita a Montenegro?
    Il Montenegro non fa parte dell’Unione Europea, ma ha come moneta l’Euro. Questo fattore ha aiutato il paese ha crescere economicamente dopo l’indebolimento degli anni Novanta. L’economia si basa soprattutto sull’agricoltura e sulla pastorizia: tra le altre cose si coltivano, cereali, tabacco, ortaggi e olive. Il settore industriale sfrutta le risorse metallurgiche e molta importanza ha il settore della cantieristica navale. Il turismo rappresenta una risorsa fondamentale per il paese: è un settore in costante crescita, in grado di far fronte alle esigenze di diversi tipi di turismo.Il budget mensile per vivere dignitosamente a Montenegro e` di 350 EUR mensili